Cancellati i gruppi a favore di Tartaglia su Facebook


Non posso dire che Facebook ha fatto bene a cancellare i gruppi pro e contro Massimo Tartaglia e l’altro Uccidete Berlusconi che in un primo momento aveva cambiato nome e poi è ritornato com’era prima.
La libertà è libertà, soprattutto quella di parola, ma la propria libertà finisce quando impedisce o offende quella degli altri; libertà di critica non significa libertà di offendere il proprio avversario così come succede ad Annozero e su Repubblica.
Michele Santoro ha lavorato per Berlusconi, forse non lo ha pagato bene? Se lui è di sinistra, perché lavora per uno di destra? Qual è la logica?
Francia o Spagna, basta che se magna?
Repubblica si arrabbia solo perché Berlusconi è un loro avversario o perché ha tolto la Mondadori a De Benedetti?
Repubblica dovrebbe, però, spiegare perché paga Berlusconi; un po’ di tempo fa entro in edicola e trovo un volume di quelle enciclopedie a 12,90 € e come al solito vedo il colophon; leggendo la tipografia, leggo: STAMPATO DA MONDADORI PRINTING -VERONA; rimango trasecolato, mi sembrava d’aver letto che era un’enciclopedia abbinata a Repubblica e all’Espresso, ma forse mi sbagliavo, rileggo e rileggo ancora, era del Gruppo Editoriale l’Espresso, ma stampato dalla Mondadori.
L’ho fatto notare ad alcuni amici, mi hanno risposto che forse la Mondadori le aveva fatto un prezzo migliore, ma a quei livelli ci sono moltissime tipografie, quindi era facile, trovarne un’altra, ma pagare Berlusconi, mi è sembrato un controsenso, e gradirei che qualcuno del Gruppo L’Espresso mi smentisse.
Francesco Martino

 

Cancellati i gruppi a favore di Tartaglia su Facebookultima modifica: 2009-12-20T00:14:00+00:00da studiomafra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento